Il lievito naturale o pasta madre!

Oggi vorrei parlarvi del mio lievito naturale! Fino ad ora ho messo delle ricette usando il lievito di birra, molto comodo e veloce per chi ha poco tempo da dedicare alla panificazione, ma l’amore per la cucina e per i lievitati mi ha portato ad adottare il famoso lievito naturale ossia la “pasta madre”.Ma come sono arrivata fino a lei???

Alcuni anni fà per problemi di salute è stato necessario a casa mia avere un pane senza sale.Ho chiesto al panificio sotto casa, il quale  mi ha gentilmente detto che non poteva farlo, e allora ho pensato:” ci provo io”.Prima ho usato il ldb e cercando in rete delle ricette su come farlo sono approdata su cookaround dove ho “scoperto” il lievito naturale, ne avevo sentito parlare in tv ma farlo in casa era difficile.Dopo aver letto un lunghissimo post mi sono lanciata…..armata di acqua e farina di grano duro ho iniziato quest’avventura. Ho cominciato  impastando 100gr di farina di gd con 50 gr. di acqua un pò di miele e un cucchiaino di olio, dopo aver fatto una palletta l’ho messa in un barattolino di vetro e ho atteso….che cosa direte voi?? Ma che lievitasse naturalmente!!! Beh non è che sia tanto facile…bisogna avere pazienza… e così dopo 24 ore….nulla, la pallina si era spatasciata sul fondo :/ …36ore ho notato che l’impasto sul fondo del barattolo aveva delle piccole bolle, buon segno 🙂 ……48 ore…  si era alzato il livello….stava cominciando a lievitare :)… ero sulla strada giusta;ho cominciato così a rinfrescare ogni giorno100gr.di farina con 50gr di acqua( il resto lo buttavo) c’é voluto un bel pò ma alla fine ho avuto il mio bel lievito!Potevo dirmi soddisfatta! Ma cosa c’è di meglio di un lievito naturale avuto direttamente dall’autrice di quel famoso post su cook??? Ebbene in occasione di un raduno a Marsala, Lidia Biondi me ne regalò un pò. A casa dopo averlo rinfrescato l’ho unito al mio e da allora questo “bimbo” cresce ben curato in casa mia!!!

Qui sotto potete vedere come si procede per fare i rinfreschi

Si parte mettendo  una piccola quantità, all’incirca 50gr.,di pasta madre (pm) in una ciotolina a cui si aggiunge 25 gr. di acqua, si fà sciogliere e si aggiunge 50gr.di farina ( io uso la semola di grano duro). Si mescola brevemente con una forchetta dopodichè  si trasferisce sulla spianatoia e s’impasta per un paio di minuti, fino a che la pallina non risulta liscia e compatta, si pratica un taglio a croce e si mette in un barattolo ben pulito. E’ pronta da usare, quando da un rinfresco all’altro raddoppia in circa 3 ore!

Questa è la mia scorta,pm di grano duro che uso per la produzione del pane, al centro c’è il lievito liquido di cui dirò prossimamente e poi c’è la pm fatta con una farina di forza tipo manitoba e serve per i grandi lievitati  (panettoni, pandori, etc,)

Se volete rafforzare ulteriormente il lievito, dopo averlo rinfrescato avvolgetelo in un telo pulito, che non contenga tracce di detersivo, e legatelo come un salamino. Fate riposare 24 ore, poi prendete il cuore e procedete nei rinfreschi come spiegato sopra.

A presto con il panettone!!! 🙂

No Comments

Leave a Reply

CONSIGLIA Blini con pesto di pomodorini secchi, basilico e mandorle

Send this to a friend